Il Best Seller Mancato di Camaro

Dire Camaro O’Leary è come dire il primo che arrestano su un’episodio di NYPD BLUE e fa il soffia a Sipowitz appena minaccia di alzare le mani.
Dire Camaro O’Leary è dire l’amico che ti da grosse pacche sulle spalle, ti offre una birra solo per farsi offrire 6 Long Island.
Dire Camaro O’Leary è dire il tizio che ti svaligia la casa mentre tu e la tua famiglia siete al funerale della tua stessa madre.
Per questo lo chiamiamo tutti il Porco da queste parti.
Ora come ora nessuno di noi sa bene dove sia. L’ultima volta che l’abbiamo visto stava negli uffici di un capannone abbandonato fuori città con un fucile a canne mozze puntato verso la porta e uno spago che collegava la maniglia al grilletto.
Ma prima che diventasse l’elemento ideale per un linciaggio, ovvero mentre era ancora in lizza per entrare in quel fantastico club di gente definita “FECCIA DELLA TERRA”, il Porco aveva sviluppato un’interessante teoria apocalitticofantascentificohollywoodiana che sperava di trasformare in un film e sfruttare in qualche maniera.
Inutile dire che il Porco aveva problemi a elaborare e modificare materie prime per giungere ad un prodotto finito ideale per la vendita, come del resto molta gente comune.
Me ne parlò mentre eravamo allo Stonewall Jackson Memorial Park, in una splendida giornata di primavera. Erano le tre del pomeriggio ed eravamo piuttosto fatti.
Tutto cominciò con un messaggio sul suo cellulare.
– Stase Preserata Cube? Cya XoXo –
“Che cazzo vuol dire stammerda?”
“Stasera ci vediamo per un preserata al Cube? Baci Baci” rispondo io allungando l’occhio.
“Mavaffanculo, che cazzo è ‘sta roba per dislessici? Come se cambiasse qualcosa completare la parola! Nove cellulari su dieci hanno ti completano le parole da soli, per risparmiare otto decimi di secondo, otto fottuti decimi di secondo, ti dico. Per fare cosa, poi? Te lo dico io, la gente risparmia tempo ma non sa che farsene . Prendi mia cugina: quella zoccoletta ha un nuovo fidanzato ogni 3 settimane, tre settimane capisci? Chattano tre notti di fila su Facebook , si vedono una volta e lei gli succhia il cazzo, si fa sderenare e poi lo lascia perché si rende conto che lui non è un poeta o un cazzo di campione olimpionico o un cazzo di rapper, ma solo un povero sfigato che non sa cambiare il filtro della macchina del caffè. Ed ora lei è incinta e stanno facendo il test di paternità perché la ritardata vuole tenerselo ed andare su MTV. Sono arrivati in sei a fare il test. Sei! Sti ragazzini del cazzo non sanno come grattarsi il prurito. Ci mettono trenta secondi per venire a furia di clip sui porno dove saltano da una parte all’altra. Checcazzo, quando ero ragazzino dovevo rubare un giornaletto o una cassetta e sperare in quei due minuti di scopate andando avanti e indietro col videoregistratore. Ad una certa il telecomando è andato a puttane, la scheda era talmente incrostata di merda che avevo schifo pure io a toccarlo. Ora digiti su Google e trovi quello che vuoi. La gente non guarda più un porno intero, non pensa manco più alla trama. Vogliono vedere la tipa nuda, la tipa che succhia l’uccello per 3,2 secondi, la tipa che lo prende e la tipa che si becca una secchiata di sborra in faccia. È più il tempo che sprecano a pulirsi le mani e a cancellare la cronologia. E poi cosa servirebbe scopare per più di trenta secondi a questa gente? Non li hanno trenta secondi! Altro che pastiglie contro l’eiaculazione precoce, fra un po’ chiederanno pastiglie PER AVERE l’eiaculazione precoce! Bob l’altro giorno si vantava di essersi fatto una tipa e di averci dato per due ore. Ammesso che avesse avuto i soldi per pagarla, dove avrebbe due ore di tempo quel fetente? Lavora otto ore e ne dorme dieci e le rimanenti o è con noi o li spreca in colonna con la sua Lasabre del cazzo per muoversi da un posto all’altro. Una volta avevi questa gente che non leggeva il libro e andava a vedersi il film per pigrizia. Ora per risparmiare tempo guardano le videorecensioni su internet di qualche ritardato che si è letto la sinossi su Wikipedia e due recensioni da duecento parole sulla pagina dello spettacolo. Chi seriamente si è mai guardato tutti i film della Hammer? Eppure te li trovi a far paragoni. Una volta avevamo i vecchi che scrivevano interminabili lettere rancorose al direttore, ora abbiamo gli youtubers che dicono la loro ad altri youtubers e questi youtubers commentano ingiuriandosi a vicenda di come il loro video inutile sia spazzatura facendo altri video inutili con la loro opinione spazzatura. È come uno sketch dei Monty Python! Bloggers che si lamentano del loro stesso atteggiamento e baldracchette che si fanno foto ogni cinque minuti con didascalie dicendo “uuuh sono brutta”. Se sei brutta, stupida cagna, fai come l’uomo elefante e ti metti un sacco in testa. Non ho mai visto Faccia di Cuoio farsi quaranta autoscatti e postarli su Instagram”
“Io li ho visti i film della Hammer, Porco”
“Tu sei un disoccupato e uno stracciapalle, è un altro discorso! Non stiamo parlando di cinedipendenti, stiamo parlando…”
“Stai parlando…”
“Di cazzoni che sbraitano in rete credendo che la loro opinione valga qualcosa! Ecco cosa succede”
“Porco, non per dire, ma…”
“Che cazzo serve parlare o postare stati rancorosi verso enigmatici nemici sperando che questi colgano la provocazione, gli vada a fuoco il deretano e inizino a sbraitare cogliendo l’occasione di una rissa verbale a colpi di messaggi scritti in una piccola casella sperando che qualcuno venga in aiuto. Beh, indovinate? A nessuno frega un cazzo di cogliere le provocazioni perché sono tutti troppo occupati a dire la loro Nessuno ascolta, nessuno! Il che rende il dialogo inutile e sai perché?”
“Perché, Porco?”
“Perché – ESSSMETTILA DI CHIAMARMI PORCO! – perché i porci…cosa stavo dicendo? Ah si, a ‘sta gente mancano le palle e il tempo per andare di persona ad attaccare una discussione che potrebbe durare tutto il pomeriggio quando han di meglio da fare, come per esempio guardare video di gatti o premere PGDown per vedere la home del loro social, trovare qualcosa di cui lamentarsi e lamentarsene”
“Uh uh”
“Sai cosa succederà? Guardali, comprano il giornale e leggono i titoli in grande, l’oroscopo e poi lo usano per farci cagare il cane. C’è gente che ci mangia con un dollaro! E a proposito, vai da MacMerda e invece di ordinare un Big mac ordini un UNO. Un numero non è un cazzo di panino! E poi perché dovresti anche solo risparmiare tempo? Hai fatto dieci minuti di fila e ne passi altri dieci ad aspettare che il ritardato dietro al bancone che non parla nemmeno la tua cazzo di lingua alzi il culo e dica al ritardato al grill il tuo ordine, dopodiché ti scatarrano dentro a tutto e ti ci son voluti venti minuti per mangiare un panino allo sputo e steroidi. Io a casa un panino me lo faccio in sette fottuti minuti. E quello me lo chiamano FAST FUCKING FOOD “
“Ok, qual è il punto?”
“Il punto è che sta gente è sempre di corsa, troncano le parole, e parlano come negri del ghetto che han ricevuto troppe legnate da altri negri del ghetto incazzati. La gente non dice Nigga per razzismo, lo dice per far prima. Hai mai sentito dire “HEY AFROAMERICANO!” e ci sono bianchi che chiamano altri bianchi negro! Ma li senti? Yo negro, famo na capata in staz a cattar la robba e poi mangiamo un macalvolo e stase ci facciamo un call alle tipe e ci spacchiamo” CHE CAZZO DICONO?! Si può sapere? Te lo dico io cosa succederà, fra vent’anni, a furia di tagliare le parole e troncarle, avremo una lingua che si ridurrà a cinque concetti. La gente durante la giornata non farà nulla se non spiare altra gente e lamentarsene con altra gente ancora che poi se ne lamenterà con altra ancora. Non avremo nemmeno il tempo per cagare! Nella società dove lavora mio zio hai due minuti per cagare! Serio! Come puoi quantificare la merda? Non possiamo più fumare da nessuna parte, bella stronzata, e chi ha il tempo di fumare? Vai su Facebook, guardi le notifiche, ti fai trenta secondi di sega, passi le seguenti due ore a guardare cose di cui non te ne frega un cazzo e ad apprezzare cose per farti bello agli occhi di chi osserva. Ma chi osserva? TI DICO NESSUNO! A NESSUNO FREGA UN CAZZO! Saremo tutti controllati da una forza superiore e agiremo tutti in nome di essa screditandone gli altri o combattendola. Ma sai che ti dico? Non esiste nulla. Nessuno è nella stanza dei bottoni a controllarti. Hey mi sto fumando una canna, lo posto su Facebook, sono un ribelle! E la gente ti controlla, ma ti arrivano mai gli sbirri a casa ? No e lo sai perché? Perché a nessuno frega un cazzo della tua opinione. E sai perché?”
“Uhm…sono troppo occupati…a….fare cose di fretta?”
“ESATTAMENTE! E perché fan le cose di fretta?”
Alzo le spalle, nel mentre ho sfilato il cellulare dalla tasca del Porco. Attorno a noi iniziano a guardarlo come un povero demente. Nessuno che lo contraddica però.
“Per risparmiare tempo prezioso per fare altre cose, ma indovina un po’? NON HANNO NULLA DA FARE SE NON STARE SU UN SOCIAL NETWORK A FARSI I CAZZI ALTRUI l’uno con l’altro. Sembra uno scenario apocalittico tipo di quelli paranoicissimi ed è realtà!”
“Ma perché non ne fai un libro, Porco? Tipo qualcosa chiamato 2084, o Il prossimo mondo, o magari FACEBOOK 931. Scrivilo e mandalo a Hollywood, se tutto va bene mica s’accorgono che è una scopiazzatura di qualche classico di fantascienza”
Spero che colga la presa per il culo, ma non è così.
“Bah – fa lui calmandosi – non lo leggerebbero, sono una massa di idioti, e poi…chi ha tempo?”
Cala il silenzio, il Porco non ha un lavoro fisso da…che cazzo dico, non ha mai avuto un lavoro fisso e oggi l’ho svegliato io alle due e ora sono le sei di sera. Non abbiamo fatto altro che bere.
“Allora, ci vai all’ aperitivo con la tipa dislessica?” gli chiedo.
“Fanculo, stasera non ho voglia di uscire”
“E che farai?”
“Bah, guardo un po’ di TV e gioco a Medal Of Honour”
Ci salutiamo sotto casa sua. Prima di partire mando un messaggio alla dislessica il cui numero avevo fregato dal cellulare di Camaro. Le dico che sono un amico di O’leary e che lui stasera ha impegni improrogabili e che ci avrebbe raggiunto più tardi, ma che le avrei tenuto compagnia. Lei risponde così:
“KEwl! K, C Ved x le 22”
E’ arrivata a mezzanotte passata lamentandosi della giornata infernale che ha avuto e di come Camaro fosse attaccato su Facebook tutto il tempo.
“Altro che impegni! Lui con me ha chiuso!”
“Gliel’hai detto?”
“Ho postato uno stato rancoroso, se la capisce bene, altrimenti è proprio un beota”
In un’ora e tre quarti beve due Cosmopolitan, si fa foto con gente a caso, compreso me, e una volta ubriaca cade in depressione e racconta a Frank tutta la sua triste storia.
Frank annuisce mentre sprofonda lentamente sul divano. Cellulare alla mano, manda in loop il video di uno stormtrooper che da una capocciata alla porta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...